Come comprare, trasportare ed installare un frigorifero in modo economico con un carrello Parkside

Come comprare, trasportare ed installare un frigorifero in modo economico con un carrello Parkside


55 , 5.00 , #comprare #trasportare #installare #frigorifero #modo #economico #con #carrello #Parkside
Frigoriferi e congelatori su

1) 00:00 Trasporto frigorifero
2) 01:34 Come funziona un frigorifero
3) 02:21 Qualità elettrodomestici a marchio privato
4) 03:45 Tempo di attesa per la prima accensione
5) 04:08 Compressore frigorifero
6) 04:24 Regolazione altezza piedini
7) 05:17 Dimensioni esterne ed interne
8) 06:35 Funzione No Frost
9) 07:18 Rilevamento temperature reali
10) 09:15 Verifica consumi reali

Avendo la necessità di un frigorifero a risparmio energetico, ecocompatibile, silenzioso, capiente e potente ho dovuto rimpiazzare l’obsoleto frigorifero combinato anni ottanta
che a fronte di un consumo da fonderia raffresca come una credenza in mogano satinato.
Il funzionamento del frigorifero è molto semplice; infatti si basa sul principio fisico secondo il quale un gas se compresso sì riscalda, mentre se si espande si raffredda, ad esempio basta osservare il raffreddamento di una bomboletta spray dopo l’utilizzo per ritrovare lo stesso principio.
Dunque in sostanza il frigorifero è composto da una serpentina di evaporazione all’interno ed una di condensazione all’esterno, nelle quali il fluido refrigerante viene compresso dal compressore per far ricominciare il ciclo.
Il compressore a sua volta è pilotato dal termostato che controlla la temperatura interna impostata.
Da non sottovalutare, inoltre, il ruolo delle schiume rigide di isolamento in poliuretano, necessarie per mantenere il freddo il più a lungo possibile e dunque ridurre i consumi.
Compreso il funzionamento del frigorifero sono andato a controllare l’apparente qualità costruttiva dei vari marchi, esposti nella grande distribuzione in zona. Mi è saltato subito all’occhio che nella fascia di prezzo medio bassa, le differenze sono pressoché irrilevanti; quindi ho puntato sulle etichette private, dove molti costi nascosti di vari passaggi sono eliminati.
In sostanza la grande distribuzione compra direttamente da un produttore e mette un suo marchio per la distribuzione al consumatore finale.
Attualmente a 169 euro ho trovato un Electroline di Unieuro modello DDHE-28NSM1WF0 , ma venduto a volte anche nei punti vendita Conad. Ovviamente di costruzione cinese, è probabilmente Midea che inizialmente negli anni sessanta faceva tappi di bottiglia, ad oggi una delle aziende leader a livello mondiale nel settore degli elettrodomestici e della climatizzazione, con oltre 40 miliardi di fatturato ed oltre 150.000 dipendenti in tutto il mondo e pensare che negli anni settanta ed ottanta era l’industria italiana a rifornire l’Europa di elettrodomestici automatici, avanzati ed affidabili a prezzi accessibili.
Deciso ad ammortizzatore l’acquisto in meno di un anno, prima di procedere ho verificato che il frigorifero entrasse nell’automobile e che il suo peso non forse eccessivo, in modo tale da poter eseguire il trasporto e l’installazione in totale autonomia, avendo ricevuto preventivi da 50 a 100 euro per essere servito e riverito.
La cosa più importante da fare dopo l’installazione è quella di attendere almeno 4 ore, ma è meglio verificare le indicazioni del costruttore, prima di accendere il frigorifero, in modo tale da consentire all’olio lubrificante contenuto nel liquido refrigerante di defluire nuovamente nel compressore, magari ingannando l’attesa lavando il frigorifero.
Dopo circa una settimana di funzionamento verifico se il sistema no frost riesce a tenere a bada la formazione di brina e di ghiaccio nei vari scomparti. L’unico svantaggio dei sistemi no frost è quello di creare un ambiente più secco, ma il vantaggio di avere un frigorifero con manutenzione praticamente nulla è impagabile. Il canale di raccolta convoglierà l’acqua di condensa sulla vaschetta di evaporazione posta sopra il compressore.

Verificato con un termometro digitale da cucina le temperature alzando il termostato sulla numerazione 6.
La temperatura di una bottiglia d’acqua è scesa a meno 0,2 gradi.
La temperatura interna di una mela è scesa a 2,9 gradi.
La temperatura del congelatore è scesa a ben meno 27,5 gradi; quindi ad esempio il termostato può essere alzato all’occorrenza per consentire una più rapida ed efficace congelazione degli alimenti freschi, magari solo per il tempo necessario, visto il notevole aumento di consumi.

I consumi reali rilevati dall’applicazione della presa smart wifi sono, con il termostato impostato su 1, di circa 0,4 kWh al giorno, mentre con i termostato a 6 di circa 1,2 kWh al giorno, ma in ogni caso fino a quattro volte più bassi dei circa 1,5 kWh giornalieri con i termostati al minimo del vecchio frigorifero combinato che facendo i conti della serva si traducono in un risparmio di oltre 30 euro a bolletta, estrapolando il prezzo a chilowattora dividendo il costo dell’ultima bolletta per i chilowattora consumati, un modo grezzo ed approssimativo, ma sicuramente comprensibile a tutti ed inclusivo di tutti i costi.

#frigorifero #faidate #elettrodomestici #risparmio #ecosostenibile #consumi #energia

Nguồn: https://vobathienha.vn

Xem thêm : https://vobathienha.vn/kinh-te/ty-gia/

Hãy bình luận đầu tiên

Để lại một phản hồi

Thư điện tử của bạn sẽ không được hiện thị công khai.


*